ORIENTAMENTO IN INGRESSO A. S. 2017-2018

Liceo Classico "V. Pollione"
Open Day
Sabato 16 dicembre 
dalle ore 16.30 alle ore 18.30

logo cicerone home page  logo classico2 
Sintesi attività - Open day

Sintesi attività - Open day

CONCORSO ARTISTICO-LETTERARIO

Progetto Scuole Amiche dei diritti umani

IMG 20171201 WA0002

Venerdì  1° dicembre 2017  le alunne delle classi seconde del Liceo delle Scienze Umane “Cicerone”  hanno partecipato a un incontro laboratoriale con gli esperti di Amnesty International, organizzazione internazionale che tutela i diritti umani.

Il tema trattato riguardava il ruolo della Polizia che ha, tra i suoi precipui compiti, quello di tutelare l’ordine pubblico, di prevenire e reprimere eventuali  crimini. 

Si è parlato anche del “Caso Regeni”, il ricercatore ucciso in Egitto, sottolineando come  il “Cicerone” abbia aderito a una campagna di sensibilizzazione, che ha coinvolto diverse scuola della provincia (Istituto Agrario-Itri, Istituto Alberghiero “Celletti” di Formia, Istituto Professionale” Fermi”, Istituto Geometri “Tallini”, Istituto Tecnico “Filangieri” e l’Istituto Omnicomprensivo di Castelforte).

La campagna prevede che ogni scuola  esponga, per un mese,  uno striscione con la scritta: “Verità per Giulio Regeni”, a sottolineare l’importanza della difesa dei diritti umani; esso è il simbolo di un dibattito sul valore dei diritti fondamentali  e sulla rilevanza della verità.

Sono stati scritti numerosi messaggi all’indirizzo della famiglia di Giulio, tra i quali :

“ non datevi per vinti, perché presto si verrà a sapere la verità e sarà fatta giustizia”;

“attendete che venga fatta giustizia per Giulio, io contribuirò come posso”;

“l’Italia non può arrendersi a chiedere giustizia…”;

“…andate avanti, la sua morte non è stata vana, ha suscitato l’attenzione del mondo  sull’accaduto”;

“ tutti vogliamo contribuire per rendere giustizia a vostro figlio”;

“fatevi  coraggio!”

Le ragazze sono state molto coinvolte e  hanno espresso le loro riflessioni ed emozioni sul tema affrontato nell’incontro:

“è importante tutelare i diritti di libertà e di sicurezza di ogni persona, proprio perché spesso vengono sottovalutati e violati; avviene anche in Italia e questo ci ha sconvolto,…”

“ è necessario tutelare i diritti fondamentali dell’uomo per vivere al sicuro, per stare bene con se stessi e con gli altri”;

“ ho provato rabbia per quegli omicidi, a volte provocati  proprio dalle forze dell’ordine, che dovrebbero garantire la sicurezza”;

“Secondo me la Polizia dovrebbe limitare l’uso della forza  a quando è strettamente necessario, esso deve essere proporzionato al rischio o al pericolo”.

Nel complesso l’attività laboratoriale è stata molto stimolante e coinvolgente per tutti i partecipanti.

IMG 20171201 WA0002

Clicca sulla foto per ingrandire