Chi siamo

A partire dal 1° settembre 2014, per effetto del D.D.G. n. 1/2013 che recepisce il D.G.R. n. 506 del 30.12.2013 della Regione Lazio avente per oggetto il Piano Regionale di Dimensionamento delle Istituzioni Scolastiche - Anno scolastico 2014/2015, è stato istituito a Formia l'Istituto di Istruzione Superiore Liceo "M. T. Cicerone - Pollione" mediante l'unificazione del Liceo Classico "Vitruvio Pollione" e del Liceo Linguistico e delle Scienze Umane "M. T. Cicerone".

 

Il Liceo Classico "Vitruvio Pollione"

Il liceo classico "Vitruvio Pollione" è un’antica e prestigiosa istituzione. Nato come Regio LiceoGinnasio e posto al centro di Via Vitruvio, vieneinaugurato dal ministro della cultura Pietro Fedele il 6 novembre 1927, diventando subito polo di attrazione per il territorio circostante e vanto della cittadinanza.

Famoso per la qualità del servizio vanta, fra gli alunni, politici della statura di Pietro Ingrao, già presidente della Camera dei deputati, e di Antonio Ruberti, ex Ministro dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica e rettore dell'università di Roma "La Sapienza"; un campione olimpionico come Livio Berruti nonché uno dei massimi ingegneri aerospaziali del Novecento come Angelo Miele. Fra i docenti vanno ricordati Pilo Albertelli e Gioacchino Gesmundo, due dei martiri trucidati alle Fosse Ardeatine, come anche Mario Trevi, decano in Italia degli psicoanalisti di scuola junghiana .

Subisce la distruzione dell’edificio per minamento durante la seconda guerra mondiale ma continua a funzionare nei locali del Grand Hotel, sotto la presidenza ad interim della professoressa Di Silva. In seguito si trasferisce a Castellone dove trova ospitalità presso il convento degli Olivetani nei locali della Colonia Di Donato.

In tale situazione di precarietà rimane fino a quando, negli anni 50, secondo il piano della ricostruzione post-bellica, si attua a Formia un’importante operazione di edilizia scolastica che crea il complesso scolastico "Vitruvio Pollione - Dante Alighieri" in zona centrale, nei pressi della stazione ferroviaria in Via Rialto Ferrovia.

Assieme alla Scuola Media con cui divide il monumentale impianto, il Liceo fa suo il motto araldico POST FATA RESURGO("Dopo la morte risorgo") che giganteggia a fronte dell’edificio a esprimere la volontà della cittadinanza di rinnovarsi attraverso una valida formazione culturale. Nell’anno scolastico 2000-2001 nasce l'’I.S.I.C.T. con l’aggregazione al Liceo Classico "Vitruvio" dell’Istituto Tecnico per Geometri "Tallini", entrambi da tempo esistenti nel Distretto Scolastico 49. I docenti operano separatamente nei due indirizzi, ubicati a notevole distanza l’uno dall’ altro, ma l’Istituto ha, oltre a una comune dirigenza, una comune gestione amministrativa e didattica e un unitario Collegio dei docenti.

Nell'anno scolastico 2011-2012 il liceo vede nuovamente riconosciuta la sua autonomia per effetto del Decreto N° 7 del 19.01.2011 dell'Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio che aggrega l'I.T.G. "Tallini" all'I.P.S.I.A. "Fermi" e conferisce autonomia e personalità giuridica al Liceo "Vitruvio".

In seguito, ai sensi dell'art. 19, § 5, del D.L. n. 98 del 06.07.2011 convertito nella Legge n. 111 del 15.07.2011 come modificato dall'art. 4, § 69 della Legge di stabilità n. 183 del 12.11.2011, dall'anno scolastico 2012-13, l'ottantacinquesimo dalla sua istituzione, il Liceo classico "Vitruvio Pollione" di Formia è stato conferito in reggenza, per continuità, al Dirigente scolastico prof. Pasquale Gionta.

Nel corrente a.s. 2015-2016 risultano iscritti e frequentanti 523 allievi ripartiti in 26 classi.

 

Il Liceo Linguistico e delle Scienze Umane "M. T. Cicerone"

Il Liceo "M. T. Cicerone" di Formia è uno degli istituti superiori più antichi della città, ubicato in via Olivetani 24. Ha ottenuto la parifica con D.M. del 14.06.1947 e, successivamente, la statizzazione a partire dal 1.10.1961. 

All'inizio degli anni '90 l'istituto comprendeva una popolazione scolastica di circa 500 allievi che nell'ultimo decennio è notevolmente aumentata. Nell'a.s. 1992-1993 furono introdotti due nuovi indirizzi : l'indirizzo Pedagogico-Sociale e l'indirizzo Linguistico, entrambi quinquennali, interessati dalla sperimentazione prevista dalla C.M. n. 27 dell'11.02.91. Essi affiancarono l'indirizzo tradizionale, un corso di studi quadriennale con la possibilità di frequentare un anno integrativo, che aderiva al Piano Nazionale di Informatica.

Nell'a.s. 1998-1999 l'indirizzo tradizionale è stato abrogato ed è stato introdotto il nuovo e più moderno indirizzo Sociale, di tipo quinquennale.

Nell'a.s. 1999-2000 è entrato in vigore l'indirizzo autonomo Pedagogico, in sostituzione dell'indirizzo Pedagogico-Sociale (C.M. 27/91) che veniva comunque sostanzialmente richiamato, il quale prevedeva un'organizzazione con 30 ore settimanali con due di compresenza, in sostituzione delle precedenti 35 ore.

Dall'a.s. 2010-2011 per effetto del D.P.R. 15 marzo 2010, n. 89 (Regolamento recante revisione dell'assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei a norma dell'articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133) la denominazione dell'istituto è mutata da "Istituto Magistrale" a "Liceo Linguistico e delle Scienze Umane", anche con opzione economico-sociale, "M. T. Cicerone".

Il continuo rinnovamento delle esigenze culturali e organizzative della comunità scolastica ha richiesto una didattica flessibile in relazione agli obiettivi formativi ed alle esigenze dell'utenza; si è pertanto ritenuto opportuno introdurre percorsi di accesso e sostegno destinati agli studenti stranieri.

Il Liceo "Cicerone" accoglie da tempo studenti che provengono da un territorio che si estende da Fondi a Sessa Aurunca ad Ausonia.

Nel corrente a.s. 2015-2016 risultano iscritti e frequentanti 699 allievi ripartiti in 33 classi.