Il Liceo “Cicerone-Pollione” al corteo di Libera 2019

IMG 9246

Il 21 marzo 2019 il Liceo Cicerone-Pollione, nell’ambito delle proposte progettuali di “Cittadinanza, Legalità e Costituzione”, ha partecipato a una manifestazione promossa dall’Associazione Libera.

 Già da tempo, il Sud Pontino è stato scelto da organizzazioni di tipo mafioso per l’investimento di attività imprenditoriali, volte al riciclaggio del denaro ”sporco” e ad attività illecite tipiche delle formazioni criminali.

Nel nostro territorio è accertata, ormai da anni, la presenza di esponenti affiliati a vari clan.

L’iniziativa ha coinvolto molte scuole e istituti che sono intervenuti non solo nel corteo, ma anche con diverse rappresentanti sul palco allestito a Largo Paone; erano presenti anche associazioni, sindacati, esponenti di Amministrazioni Comunali del comprensorio e diverse autorità, tra cuil'Arcivescovo di Gaeta, don Luigi Vari, il Prefetto di Latina, Maria Rosa Trio,  il presidente dell’Osservatorio sulla Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio, Giampiero Cioffredi, e il Sindaco di Formia, Paola Villa.

Autorità, giovani e studenti si sono poi alternati nella lettura dei nomi delle numerose vittime delle mafie.

Contrastare i fenomeni mafiosi significa soprattutto rendere protagonisti attivi le nuove generazioni (molti giovani scelgono di fare esperienze di volontariato e formazione civile sui terreni confiscati) che, insieme con le forze sociali e le Istituzioni locali, possono fattivamente ostacolare il diffondersi delle mafie.

Tra gli obiettivi della manifestazione c’era quello di rendere consapevoli tutti i cittadini di una realtà, spesso sottaciuta o poco conosciuta dall’opinione pubblica, al fine di sensibilizzare i cittadini sui temi della legalità, e far emergere l’impegno individuale e collettivo contro la corruzione, in tutti i suoi aspetti.

Grazie all’attività dell’Associazione Libera sono stati emanati diversi provvedimenti legislativi, tra cui la legge sull’uso sociale dei beni confiscati.

Il senso di tutta la manifestazione può essere racchiuso in una sola frase del giudice Paolo Borsellino, vittima eccellente della mafia:   “Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una sola volta”. LE MAFIE NON FANNO PAURA!