Educazione alla legalità

Con l'obiettivo di diffondere la cultura della legalità e del rispetto delle regole e assicurare l'attuazione dei principi di pari opportunità, promuovendo nella scuola l'educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni, è attivo da anni in Pagina 35 di 120 entrambe le sedi dell'istituto il progetto di Educazione alla legalità, trasversale a tutti gli insegnamenti, che si articola in molteplici attività, dal lavoro in classe con i docenti, alle ricerche e iniziative di gruppi di studenti, fino a incontri significativi con personaggi autorevoli del panorama nazionale impegnati in prima persona nella battaglia contro le mafie. In tal senso ci si avvale del supporto e della collaborazione di Enti e associazioni presenti sul territorio nazionale come Libera e la Fondazione Antonino Caponnetto. L'istituto si propone, infatti, di educare i giovani alla cultura del diritto e dei diritti, al rispetto delle leggi e ai valori della democrazia e della nostra Costituzione. Gli studenti del liceo V. Pollione, inoltre, in passato hanno partecipato con una delegazione al Vertice Nazionale Antimafia, a cura della Fondazione Antonino Caponnetto.

Convenzioni con le Università del territorio per tutoraggio universitario (TFA)

La scuola, in collaborazione con le agenzie formative nel territorio ed in convenzione con esse, accoglie soggetti in formazione, offre l’esperienza organizzativa e docente dell’istituto, promuove attività di riflessione e confronto sulle pratiche didattiche presenti nella scuola, realizza attraverso tale esperienza attività formativa in modalità di ricerca-azione. Gli aspiranti tirocinanti vengono accolti nel nostro Istituto compatibilmente con la disponibilità dei docenti e le indicazioni degli Organi Collegiali.

Intercultura

"Intercultura" è una chiave di lettura e un metodo di comprensione del mondo moderno e nasce e si sviluppa intorno a un progetto educativo che si propone di contribuire alla crescita di studenti, famiglie e scuole attraverso scambi internazionali di giovani e il loro inserimento in famiglie e scuole di altri Paesi. Dal confronto possono nascere, infatti, una nuova consapevolezza della propria e delle altrui culture e il desiderio di contribuire pacificamente e con conoscenze adeguate al dialogo tra le varie nazioni del mondo, superando i pregiudizi e rispettando le differenze, al fine di costruire una società a misura d'uomo. L'I. I. S. Liceo M. T. Cicerone - Pollione attiva già da alcuni anni programmi di studio all'estero e programmi di accoglienza in Italia secondo il metodo "Intercultura", consentendo agli studenti di vivere un'esperienza personale di educazione alla mondialità, più o meno estesa nel tempo (da un mese a un anno) e guidata dai volontari dell'Associazione. Tale esperienza di scambio è preceduta da un periodo di preparazione teorica ed è riservata a giovani tra i 15 e i 18 anni; per l'accoglienza in un'altra cultura viene privilegiata la famiglia, riconoscendole il ruolo di trasmettitore primario di cultura nella società. Il programma di studio all'estero si basa su tre elementi fondamentali : 1. la permanenza in famiglie che ospitano gratuitamente i partecipanti; 2. la frequenza - solitamente per l'intero anno scolastico - di una scuola pubblica, insieme ai coetanei del paese dove si svolge il programma; 3. la presenza di un gruppo di volontari locali che segue costantemente l'esperienza degli studenti. L'Istituto promuove anche il programma di accoglienza in Italia, tra i suoi studenti e le rispettive famiglie, perché la presenza di studenti di altre nazionalità diventi una concreta opportunità per realizzare progetti di educazione alla mondialità e all'interculturalità.

Gli studenti a teatro

Il Teatro come forma interattiva di linguaggi diversi, verbale, non verbale, mimico, gestuale, iconico, musicale, ecc., si configura come prezioso strumento formativo, multidisciplinare e interdisciplinare del discente. Il progetto "Gli studenti a teatro", attivo ormai da anni nei due licei M. T. Cicerone e Vitruvio Pollione e articolato secondo varie modalità, anche con la visione di spettacoli in lingua straniera (inglese per entrambe le sezioni; francese, spagnola, tedesca per il liceo linguistico), mira a coinvolgere gli studenti come spettatori attenti e critici, nonché "partecipi", e a farli interagire, anche stimolando la compartecipazione al testo nel dibattito con Pagina 34 di 120 gli attori e i registi a fine spettacolo, quando consentito. Si intende così promuovere e potenziare nei giovani la conoscenza delle tecniche e del linguaggio teatrale; stimolarne la riflessione su temi vicini al vissuto culturale e umano, che consentono approfondimenti anche interdisciplinari; avvicinare in modo stimolante autori e opere legati al programma curriculare o significativi per la formazione culturale generale; sviluppare il senso critico e il gusto estetico. In sintesi, con tale attività si intende accrescere la “voglia di teatro” degli studenti grazie alla qualità delle proposte e, ove possibile, all’incontro diretto con protagonisti del mondo teatrale e cinematografico italiano.

Centro Sportivo Scolastico

L’istituzione del CSS è un segnale molto forte per la diffusione dello sport scolastico come momento educativo, formativo e dello stare bene a scuola. Per consentire ad ogni giovane di affrontare situazioni problematiche che si presentano nell'età adolescenziale, infatti, è necessario aiutarlo a vivere il proprio corpo con maggiore serenità e fiducia, a sapersi confrontare con gli altri per affrontare esperienze in comune e a saper essere squadra con spirito positivo. Il Liceo Cicerone - Pollione di Formia ha riconosciuto da tempo che lo sport è uno degli strumenti più efficaci per aiutare i giovani nella crescita psicologica, emotiva e sociale, oltre che fisica. Lo sport, infatti, richiede alla persona di mettersi in gioco in modo totale e stimola a trovare gli strumenti e le strategie per affrontare e superare le proprie difficoltà. Allo sport scolastico viene quindi affidato il compito di sviluppare una nuova cultura sportiva e di contribuire ad aumentare il senso civico degli studenti, migliorare l’aggregazione, l’integrazione e la socializzazione e, non da ultimo, ridurre le distanze che ancora esistono tra lo sport maschile e lo sport femminile. Innovative formule di organizzazione e gestione consentono inoltre agli studenti dell'Istituto di trovare un proprio ruolo anche in ruoli diversi da quello di atleta. Avendo riconosciuto che il profondo senso educativo dello sport sta proprio nel fatto che tutti i partecipanti rispettano le regole che essi stessi hanno accettato e condiviso, la scuola si fa interprete di un nuovo progetto di sport scolastico che mira a favorire l’inclusione anche delle fasce più deboli e disagiate presenti fra i giovani. L’attività sportiva del CSS si concretizza come momento di verifica in itinere di un lavoro svolto con continuità dai docenti di Scienze motorie. Questa continuità va perseguita tendenzialmente nei confronti di tutti gli alunni, compresi quelli con disabilità, nei confronti dei quali viene anzi posta una particolare attenzione in ragione del notevole contributo che l’attività sportiva può portare ad una piena integrazione scolastica degli stessi nonché alla loro crescita umana. Per fornire alle attività una continuità temporale ed una verticalità nel percorso liceale, si prevede l’organizzazione di momenti sportivi nella scuola nonché nei vari livelli territoriali, sia nelle discipline di squadra che in quelle individuali, con efficaci interazioni con gli enti territoriali e gli organismi sportivi operanti sul territorio. Compito del C.S.S. è quello di programmare ed organizzare iniziative ed attività coerenti con le finalità e gli obiettivi del progetto nazionale, in funzione della realtà locale e delle proprie risorse. Gli studenti manifestano la loro libera volontà di aderire alle attività proposte indicando le discipline sportive che intendono praticare, ma è auspicabile che le scelte riguardino più discipline, per favorire l’orientamento anche verso l’attività sportiva extrascolastica e verso la sua prosecuzione oltre l’età di scolarizzazione.

ECDL Full Standard

La patente europea del computer ECDL Full Standard garantisce il livello adeguato di competenze digitali di base. La certificazione ECDL Full Standard è costituita da 7 moduli: ogni modulo indica un insieme di abilità e conoscenze informatiche che vengono convalidate da un test. I corsi di formazione offerti dall'I.I.S. Liceo M. T. Cicerone - Pollione di Formia, in collaborazione con Didasca, sono tenuti dai docenti interni di Matematica e Fisica, sono rivolti a tutti gli studenti del primo e del secondo biennio e consentono di sostenere in sede i relativi esami. Il programma di certificazione ECDL Full Standard aiuta a sfruttare appieno le opportunità date dalle tecnologie digitali sia nella vita di tutti i giorni che nello studio e nel lavoro. Gli studenti sono pertanto in grado di utilizzare in modo più consapevole i programmi informatici di uso comune, navigare con maggiore sicurezza per accedere ad informazioni e servizi, comunicare e interagire online. ECDL Full Standard ha ottenuto nel 2014 il riconoscimento di ACCREDIA, l’Ente Nazionale preposto a validare i processi di certificazione delle persone (Decreto Legislativo n.13 del 16 gennaio 2013). Gli esami per conseguire la certificazione sono in totale sette, costituiti da domande teoriche e pratiche, e si compongono di 4 Moduli Base (Computer Essentials; Online Essentials; Word processing; Spreadsheets) e di 3 Moduli Standard (Presentation; IT Security; Online Collaboration) predefiniti.

Sportello di ascolto

Lo Sportello di ascolto ha lo scopo di rendere la scuola più sensibile alle problematiche del mondo giovanile. A tale fine lo sportello prevede l’attivazione di iniziative volte a fornire consulenza, a favorire modalità positive di partecipazione e a promuovere il benessere personale all’interno della scuola. Lo Sportello di ascolto è presente nel Liceo Cicerone - Pollione e si articola nelle attività di seguito indicate:  Apertura di uno “spazio ascolto” per gli studenti  Consulenza alle famiglie che ne facciano richiesta, in tema di sviluppo dei minori e di rapporto con i figli  Collaborazione psico-pedagogica con le componenti scolastiche che ne facciano richiesta  Collaborazione con gli Organi Collegiali della scuola per la programmazione e l’attuazione di progetti d’intervento preventivo, formativo e di orientamento  Raccordo con i servizi socio-sanitari presenti sul territorio  Creazione di laboratori per analizzare e praticare attività creative  Formazione di gruppi di studenti su problematiche di interesse giovanile

Sottocategorie