Dpcm del 24 ottobre 2020

 

Didattica a distanza

Mi pregio di riportare in questa breve nota il pensiero di una ricercatrice che da anni lavora nel campo del digitale:

“Didattica in presenza si, didattica in presenza no. Didattica integrata si, didattica integrata no. Una dicotomia che assume un senso in stato di libertà. Ma non in stato di emergenza sanitaria. Non si tratta di scelta, ma di necessità.

Chi ha il più pallido dubbio che la didattica in presenza sia meglio di quella a distanza? Chi si pone questo problema è…direi..,ingenuo...ma laddove vi sia necessità, per cortesia, mettiamo in atto ciò che per 10 anni ci siamo detti: "la tecnologia è uno strumento di lavoro abilitante".

Banale ripetere che i problemi nascono non  in aula, ma in altri momenti della vita scolastica…non è altrettanto vero che, in luoghi dove la pandemia sta creando gravi problemi, proteggere i nostri ragazzi sia portarli comunque a scuola, soprattutto i ragazzi delle secondarie. Questo è il mio personalissimo pensiero.

La domanda è un'altra: la scuola ha fatto tesoro dell'esperienza del passato Lockdown ? E’ cresciuta in effettive competenze digitali? Si è preparata? Ha riprogettato la propria didattica?

O con la demonizzazione della didattica a distanza stiamo perdendo grandi opportunità di migliorare tutta la nostra società? “ Dianora Bardi presidente dell’Associazione studi “Impara digitale”

E’ solo uno spunto di riflessione…

nuovo dpcm

 

A seguito dell’emanazione del DPCM del 24 ottobre e della CM del 25 ottobre, si comunica che da domani sarà pubblicata sul Reg. elettronico apposita Circolare interna di carattere organizzativo.

Si confida nella consueta, fattiva e responsabile,collaborazione.

Ad Maiora,semper!

Il vostro Dirigente Scolastico

Dott.ssa Teresa Assaiante

 

 

Dpcm del 24 ottobre 2020

 Scuola, inviata nota ai dirigenti per l’attuazione del nuovo Dpcm